Pier Vittorio Tondelli
 

Grazie Fulvio
Il nostro ricordo e il ricordo della Famiglia Tondelli




26/10/2021

Ieri ci ha lasciato Fulvio Panzeri, critico letterario, poeta e curatore dell'Opera tondelliana. Studioso appassionato e rigoroso, grande uomo di cultura, Panzeri ha rappresentato un riferimento sempre costante per il Centro di documentazione Tondelli, fin dalla sua realizzazione, avvenuta nel 1997 su impulso dell'Amministrazione comunale.
Il suo contributo, speso nel favorire la conoscenza e la valorizzazione dell'autore correggese anche e soprattutto attraverso le sue curatele (prima fra tutte quella delle Opere complete per Bompiani editore), è stato, superfluo dirlo, fondamentale.
Panzeri incontra per la prima volta lo scrittore nell'estate del 1989, nell'ambito di un progetto sulla "nuova narrativa", la nuova generazione di scrittori che esordì negli anni '80. Il progetto era in forma di conversazione, lo scrittore e il giovane critico si scambiarono le proprie esperienze di lettura. Un rapporto che è maturato e si approfondito per arrivare a novembre 1990 alla pubblicazione dell'ampio romanzo critico "Un weekend postmoderno. Cronache dagli anni '80", un'attraversata a tutto tondo di un decennio, attraverso un intenso laboratorio di raccolta e di riscrittura critica dell'esteso lavoro giornalistico di Tondelli.
Numerosi sono stati i progetti, le attività e le riflessioni condivise con il Centro di Documentazione, professionali, culturali e umane, tanto che risulta difficile restituirne una sintesi. Lo ricordiamo come il primo interlocutore, assieme agli eredi, del Centro Tondelli: fondamentale l'appoggio per la sua stessa costituzione e il costante sostegno. Un contributo, quello di Panzeri, che si è esplicitato in molte forme durante tutti questi anni, sia come supporto alla raccolta delle Opere e di tutte le altre testimonianze fondamentali per ricostruire il percorso artistico dell'autore (da ultimo il fondo della sua Biblioteca privata), sia come competente riferimento per le attività dedicate all'approfondimento e allo studio delle Opere e all' elaborazione del lascito culturale. Ricordiamo il suo apporto al progetto "Pier Vittorio Tondelli. la lettura, la scrittura", la collaborazione ai Seminari tondelliani, di cui quest'anno si celebrerà la XXI edizione, fino alle elaborazioni e riflessioni critiche portate come contributo ad ogni edizione delle Giornate tondelliane.
Sempre a sua cura, per Bompiani editore, è appena stato pubblicato il volume che raccoglie le interviste e le conversazioni di Pier Vittorio Tondelli dal 1980 al 1991, dal titolo "Viaggiatore solitario". Sarebbe stato tra i protagonisti della prossima edizione delle Giornate Tondelli nell'anno del trentennale dalla scomparsa dell'autore correggese. Ricordiamo e ricorderemo Fulvio con gratitudine, stima e affetto, per quello che ha fatto per Pier Vittorio Tondelli e per il supporto che ha dato al nostro Centro di Documentazione.

Il Centro di Documentazione Pier Vittorio Tondelli

-----------------------------------------------------------------------------------------------------


"Quest'anno è il trentennale , sto pensando ad un omaggio a Pier Vittorio che restituisca l'essenza del suo essere scrittore attraverso le interviste e le conversazioni rilasciate nel decennio tra il 1980 e il 1991".
Cosi' Fulvio all'inizio del 2021 ci aveva anticipato telefonicamente quella che si sarebbe poi rivelata essere la sua ultima fatica editoriale di curatela sull'opera dello scrittore, proposta all'editore Bompiani , realizzata con dedizione certosina e instancabile ricerca di materiali, alcuni dei quali inediti .
All'ultimo Salone del libro di Torino l'opera, dal titolo "Viaggiatore Solitario", è stata presentata da Andrea Tramontana di Bompiani e dal giornalista Alessandro Zaccuri di Avvenire con grande risposta di pubblico in sala; in assenza di Fulvio, impossibilitato a partecipare per motivi di salute, erano presenti due suoi fratelli.
A distanza di alcuni giorni dall'evento di Torino apprendiamo con dolore dal fratello Gian Luigi che Fulvio ci ha purtroppo lasciati, dopo aver sopportato un lungo periodo di degenza ospedaliera.
Siamo profondamente colpiti dalla sua prematura scomparsa, anzitutto per la perdita della sua persona, cui ci legava un sincero sentimento di affetto e di gratitudine e poi per l'instancabile impegno di ricerca e scrittura sull'opera dello scrittore, da lui profuso in modo encomiabile nel corso di tanti anni di amicizia e collaborazione.
Da curatore letterario prescelto da Pier Vittorio, nel tempo egli, con la sua profonda competenza e la sua serietà umana e professionale, era divenuto per noi una presenza amica e fondamentale.

Ricordiamo in particolare la sua costante partecipazione alle varie edizioni delle Giornate Tondelli, di cui è stato ideatore, e il suo convinto affiancamento nel processo di donazione della Biblioteca dello scrittore al Centro di Documentazione presso gli Istituti Culturali di Correggio; tuttavia la cifra più significativa della sua curatela si è manifestata nella sua attenta ottemperanza alle volontà testamentarie di Pier Vittorio alle quali si è sempre attenuto senza deroghe né deviazioni , in un percorso critico difficile e irto di ostacoli ma al contempo trasparente e disinteressato in un viaggio trentennale ricco sempre di emozioni e di nuove acquisizioni.
Esprimiamo sentimenti di condivisione e vicinanza ai familiari in questo difficile momento, in particolare al fratello Gian Luigi ,con il quale abbiamo condiviso il doloroso cammino di questo ultimo periodo .

Grazie sempre, Fulvio, per quello che hai fatto per Pier Vittorio e per noi.

Giulio e Giuliana

------------------------------------------------------------------------------------------------------






BIBLIOTECA PERSONALE PIER VITTORIO TONDELLI


La biblioteca personale di Pier Vittorio Tondelli è stata donata dalla famiglia Tondelli alla Città di Correggio nell'ottobre 2018.
E' composta da 2.552 libri reperiti nelle abitazioni di Pier Vittorio Tondelli e da un migliaio di altri documenti tra articoli di rassegna stampa, appunti, corrispondenze, e audiocassette.
Il suo ordinamento a scaffale all'interno del Centro di Documentazione rispecchia quello consegnato dalla famiglia.

La donazione è stata annunciata al pubblico durante l'ultima Giornata Tondelli 2018 di sabato 15 dicembre, dal Sindaco di Correggio Ilenia Malavasi, dal fratello Giulio Tondelli e dal curatore testamentario Fulvio Panzeri.

L'inventario compilato a cura della Biblioteca "Giulio Einaudi" sulla base di un precedente documento realizzato da uno studio privato incaricato dagli eredi, sarà integrato entro la fine del 2019 con la completa descrizione scientifica, dal punto di vista catalografico, dei documenti donati.
La consultazione è possibile solo in sede e per accedervi, lo studioso è tenuto a compilare una domanda di accesso al servizio contente:
a) generalità del richiedente;
b) argomento della ricerca;
c) finalità della ricerca;

Per ogni aspetto legato alla consultazione si rimanda alle:
Disposizioni per la consultazione del materiale facente parte del "FONDO BIBLIOTECA PERSONALE PIER VITTORIO TONDELLI".



link regolamento

link moduli consultazione riproduzione

link inventario


Le richieste devono essere inviate a :
biblioteca@comune.correggio.re.it



La biblioteca personale di Pier Vittorio Tondelli
donata al Comune di Correggio.
Grazie alla famiglia e al curatore dell'opera, un ulteriore strumento di approfondimento
e conoscenza per il Centro di Documentazione dedicato allo scrittore correggese.





Grazie alla donazione della famiglia Tondelli, in accordo con Fulvio Panzeri, curatore dell'opera tondelliana, la biblioteca privata di Pier Vittorio Tondelli è diventata patrimonio del Comune di Correggio.
Il Fondo – che ha una consistenza di 2.552 volumi e sarà presto collocato a Palazzo dei Principi presso il Centro di Documentazione Pier Vittorio Tondelli – si proporrà come ulteriore strumento di conoscenza e approfondimento dell'opera dello scrittore correggese. L'intera collezione, comprese le annotature e le sottolineature autografe di Tondelli, verrà inventariata entro la primavera del prossimo anno e il relativo catalogo sarà pubblicato sul sito del Centro, mentre la documentazione sarà consultabile in sede.
Attraverso la composizione della sua biblioteca personale, sarà possibile ricostruire l'insieme dei riferimenti culturali che maggiormente hanno influenzato Tondelli e il contesto storico-culturale del periodo, arricchendo ulteriormente il profilo dello scrittore e la conoscenza della sua opera. Ricostruire l'insieme di letture di riferimento di un autore, infatti, è considerato uno strumento fondamentale per capire e interpretare i legami che lo collegano con l'opera di altri scrittori, nel riconoscimento di un insieme di risonanze di itinerari letterari. Attraverso i libri di Tondelli, dunque, sarà possibile tracciare percorsi in grado di esplorare le sue passioni letterarie, da quelle più note – per i riferimenti espliciti nelle sue opere o perché soggetti del suo laboratorio culturale negli scritti giornalistici apparsi su giornali e riviste – a quelle più inaspettate. Dalla eterogeneità dei libri presenti si potrà inoltre ottenere una fotografia dell'estrema varietà degli interessi artistici coltivati da Tondelli: dalla narrativa moderna e contemporanea italiana e straniera, ai testi religiosi, dai testi di filosofia, a quelli, numerosi, su cinematografia, fotografia e teatro, dalla poesia alla storia dell'arte, si ritrova così una collezione che riflette il carattere eclettico di Pier Vittorio, aperto e vitale a molteplici stimoli culturali e pronto a farli propri, coltivando quello stretto legame tra lettura e scrittura che non hai mancato di rimarcare nelle sue opere.
"Il primo e doveroso ringraziamento per questa importante donazione va alla famiglia di Pier Vittorio – il fratello Giulio e la cognata Giuliana – e al curatore testamentario della sua opera, Fulvio Panzeri, con il quale siamo da sempre in stretto contatto e collaborazione sia per l'organizzazione delle "Giornate Tondelli" che, più in generale, per quel che riguarda l'attività del Centro di Documentazione", commenta il sindaco di Correggio, Ilenia Malavasi. "In questi anni, a partire dalla sua costituzione nel 1997, il Centro ha promosso la conoscenza di Tondelli e ha valorizzato studi e tesi laurea, proseguendo la ricerca critica su Pier Vittorio, che tanto ha dato alla letteratura contemporanea. L'acquisizione di questo fondo permetterà di offrire, a disposizione degli studiosi e degli appassionati, un formidabile strumento di approfondimento e conoscenza del legame molto forte che è sempre esistito tra le opere di Pier Vittorio e le sue letture, da cui una mente curiosa e aperta come la sua traeva continui spunti di lavoro e riflessione. Avere la possibilità di studiare uno spazio così personale, qual è appunto una collezione personale di libri, permette non solo di avere un quadro più preciso del Pier Vittorio scrittore, ma anche di inserire la sua opera all'interno di un preciso contesto sociale e culturale, che lui ha saputo così fortemente caratterizzare grazie al proprio lavoro, ma dal quale è stato a sua volta circondato e stimolato. Questa donazione ci onora e ci permette di arricchire il nostro Centro di Documentazione, che oggi acquisisce nuovi stimoli per continuare a lavorare con rigore per valorizzare sempre più la conoscenza dello scrittore e del contesto culturale e sociale di riferimento nel quale è cresciuto".


      Per ulteriori informazioni:
      Biblioteca Comunale "Giulio Einaudi"
      Centro di documentazione "Pier Vittorio Tondelli"
      Palazzo dei Principi - Corso Cavour, 7 - 42015 Correggio (RE)
      tel. 0522.693296 - fax 0522.641105
      e-mail biblioteca@comune.correggio.re.it




Biografia Tondellian Chronology
Libri e progetti Books and Projects
Bibliografia essenziale Pier Vittorio Tondelli 1955-2005
DocumentiProgetto Under 25
Pier Vittorio Tondelli da Wikipedia




Sei qui: HOME |
 
Punto
Docacasa.it Una rassegna visibile al tempo di un nemico invisibile.
Punto
"Come ordinare una biblioteca" di Roberto Calasso
Punto
E' in libreria il volume titolato "Viaggiatore solitario" interviste di PIer Vittorio Tondelli
Punto
Addio a Panzeri, il ricordo di Roberto Carnero su "Famiglia cristiana"


>> ARCHIVIO NEWS DAL 2002

>> ARCHIVIO NEWS 1998 - 2002